Cancro in ospedale: la lotta solitaria di una infermiera per la difesa dei propri diritti.
A cura della Commissione delle Opere (CCOO) e dell’Istituto Sindacale del Lavoro, dell’Ambiente e della Salute di Francia (ISTAS), Dossier Special 27/33, secondo semestre 2018.

Il contributo riporta la vicenda di una infermiera spagnola, esposta dal 1967 al 2000 per motivi professionali al rischio di chemioterapici antiblastici in un reparto urologico dell’Ospedale di Barcellona.
Nel 2000 le è stato diagnosticato un urotelioma vescicale, riconosciuto come professionale nel 2005, dopo un lungo iter giuridico, dalla Corte Superiore di Giustizia della Catalogna.

Vengono in particolare descritte le modalità della preparazione e somministrazione dei medicamenti e la carenza di una corretta valutazione del rischio, di informazione e formazione sulle cautele protettive da effettuarsi.
Il caso riveste un particolare interesse per la malattia sopravvenuta in ambiente lavorativo sanitario, ai fini della conoscenza e rispetto delle misure di prevenzione volte ad evitare la patologia stessa.

Il documento è stato pubblicato da ETUI in "Special Report Work-related cancer: emerging from obscurity" .

Ai link che seguono le versioni EN ed FR dell'articolo.

Cancer in the hospital: one nurse’s lonely battle to defend her rights
Cancer à l’hôpital: le combat solitaire d’une infirmière pour défendre ses droits