I disturbi muscolo scheletrici: una posta in gioco per una migliore prevenzione dei rischi professionali.
A cura del Dipartimento di Medicina e Salute dell’Università di Angers (Francia) –ETUI Policy Brief – Politiques économiques, sociales et de l’emploi en Europe, n. 9/2015

I disturbi muscolo-scheletrici costituiscono il primo problema di salute sul lavoro nell’Unione Europea. Essi testimoniano l’intensificarsi dell’interesse delle condizioni di lavoro nell’industria e nei servizi. La loro ripercussione in termini di disagi lavorativi e di interruzione dei percorsi professionali è di fatto una priorità di salute sul lavoro. La loro prevenzione deve essere globale, deve integrare gli interessi medici, ergonomici, sociali, economici e politici e deve costituire la base di condizioni di lavoro sostenibili durante l’intera vita professionale. La negoziazione e l’attuazione di nuove legislazioni europee per sviluppare modelli di produzione più durevoli e più responsabili socialmente rappresentano la posta in gioco delle organizzazioni sindacali. Vengono messe in discussione le condizioni di lavoro, la dimensione psicologica e gli effetti biomeccanici dei disturbi muscolo-scheletrici, l’organizzazione del lavoro e le pratiche manageriali, la formazione professionale e la promozione della salute.

Allegati:
Scarica questo file (ETUI-MSK.pdf)Les troubles musculo-squelettiques [ETUI Policy Brief]