Il D.Lgs. 81/2008 e s.m.i. ed il rischio sismico.
A cura della ASL di Bergamo della Regione Lombardia, marzo 2014

Il contributo sottolinea in premessa l’obbligo di valutazione del rischio sismico ai sensi degli artt. 17, 28 e 63 del D.Lgs. 81/2008 e dell’allegato IV dello stesso Decreto (requisiti degli ambienti di lavoro).

Vengono successivamente illustrate le procedure standardizzate per il rischio ambientale e le indicazioni del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali sul luogo di lavoro, sui casi specifici di capannoni industriali, sulle strutture e sui componenti non strutturati (arredi, installazioni, impianti)

Vengono infine citate le modalità della gestione dell’emergenza (comportamenti, percorsi di esodo, individuazione di aree “sicure”, formazione per tutti i lavoratori, soprattutto per gli addetti all’emergenza)

In allegato si riportano casi di aziende a rischio di incidente rilevante e di centri commerciali della Provincia di Bergamo.

Allegati:
Scarica questo file (Aziende e rischio sismico da ASL Bergamo.pdf)Aziende a rischio sismico[ASL BG]